SEI IN > VIVERE SICILIA > CRONACA
articolo

Mafia dei Nebrodi, sequestrati beni per oltre un milione di euro

1' di lettura
58

I finanzieri del Comando Provinciale di Messina hanno eseguito un decreto di sequestro patrimoniale emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Messina, su richiesta della locale Procura, nei confronti di un soggetto operante nel versante tirrenico della provincia ritenuto socialmente pericoloso.

Il provvedimento, esteso anche ai familiari dell'uomo, originario di Tortorici ma attivo nel comprensorio di Montalbano Elicona, fa seguito all'operazione "Nebrodi" che ha consentito di delineare i contorni di una complessa organizzazione criminale di matrice mafiosa riferibile a due articolazioni del gruppo dei tortoriciani.

Secondo l'accusa l'uomo era in strettissimi rapporti con i “batanesi”, al punto da rappresentare la “famiglia” in occasione di summit organizzati con gli esponenti della criminalità organizzata catanese. In tale contesto era emerso come si occupasse di dirimere questioni attinenti al controllo del territorio, nonché gestire le estorsioni e gli appezzamenti di terreno da utilizzare per il compimento delle truffe in danno dell’AGEA.

Gli approfondimenti economico-patrimoniali hanno permesso di disvelare la disponibilità di beni in misura sproporzionata rispetto ai redditi leciti dichiarati. Il sequestro riguarda 3 compendi aziendali comprensivi dei relativi beni patrimoniali attivi nel settore agricolo, 6 terreni e 2 rapporti finanziari per un valore complessivo di circa 1 milione di euro.



Questo è un articolo pubblicato il 06-06-2024 alle 12:32 sul giornale del 07 giugno 2024 - 58 letture






qrcode