SEI IN > VIVERE SICILIA > ATTUALITA'
articolo

Palermo: Un futuro intelligente e artificiale

2' di lettura
40

L'intelligenza artificiale supporta già gran parte delle nostre attività quotidiane e ci aiuta a prendere decisioni più informate. Il suo punto di forza è la capacità di derivare conoscenza da grandi quantità di dati. Grazie all'intelligenza artificiale è possibile (almeno questo l'obiettivo ultimo) rendere le macchine in grado di compiere azioni e "ragionamenti" complessi, imparare dagli errori, e svolgere funzioni fino ad oggi esclusive dell'intelligenza umana.

Una rivoluzione silenziosa ma che modificherà, e in parte già lo sta facendo, la nostra vita, l'organizzazione del lavoro, in un’unica parola la nostra vita sociale: "Elon Musk ritiene che l'Intelligenza Artificiale sarà la forza più rivoluzionaria della storia e che libererà l’umanità dalla necessità di lavorare”. Già oggi l'intelligenza artificiale è largamente usata per fornire suggerimenti basati, ad esempio, su acquisti precedenti, su ricerche e su altri comportamenti registrati online, oltre che essere molto usata nel commercio al dettaglio, per ottimizzare gli inventari e organizzare i rifornimenti e la logistica.

L'Intelligenza Artificiale (IA) è una tecnologia recente con una storia ancora tutta da raccontare. Si parte dagli anni Cinquanta: in principio fu il test di Alan Turing. Si prosegue con le prime teorie di reti neurali, di IA forte e di IA debole, con le prime applicazioni industriali degli anni Ottanta. Le prime tre occupazioni per rischio di automazione sono i braccianti agricoli, gli artigiani e gli addetti alla stampa e i lavoratori del settore manifatturiero.

E' probabile che nei prossimi dieci anni l'AI e la robotica saranno completamente integrate all'interno delle operazioni aziendali e che avranno un forte impatto sull'efficienza delle organizzazioni: nasceranno nuovi servizi e prodotti basati su AI e si creeranno nuovi consumatori e mercati. Sicuramente l'incremento della capacità tecnologica e industriale europea e assorbimento di IA nei vari settori dell'economia, sia nel settore pubblico sia in quello privato, includerà investimenti nel campo della ricerca e dell'innovazione e miglioramento dell'accesso ai dati.

Così, come per tutte le rivoluzioni che modificano radicalmente il vivere sociale, lavorativo, economico, finanziario e perché no forse anche politico, quali sono alcuni dei rischi etici dell'intelligenza artificiale? Limitazione delle libertà personali, discriminazione, manipolazione dell'opinione pubblica: ecco i rischi che l'intelligenza artificiale porta con sé. Lo sviluppo dei sistemi di IA deve quindi conformarsi a quattro principi etici considerati irrinunciabili: prevenzione da rischi, rispetto per l'autonomia umana,equità e spiegazione. In particolare, emerge l’esigenza di sviluppare il dibattito sull’Intelligenza Artificiale e le sue applicazioni nei contesti educativi. C’è bisogno pertanto di nuove ricerche, sostenute da una robusta cultura dell’informazione e ispirate a un’etica della responsabilità che si traduca in comportamenti coerenti e rispettosi in forma assoluta di una nuova socialità.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram di VivereSicilia
Per iscriversi gratuitamente al canale Telegram clicca qui o cerca @viveresicilia


Questo è un articolo pubblicato il 11-02-2024 alle 10:59 sul giornale del 12 febbraio 2024 - 40 letture






qrcode