SEI IN > VIVERE SICILIA > CRONACA
articolo

Evasione fiscale, confiscati 1,5 milioni a imprenditore nisseno

1' di lettura
66

I finanzieri del Comando Provinciale di Caltanissetta hanno effettuato la confisca di 1.5 milioni di euro ad un imprenditore nisseno operante nel settore dello smaltimento di rifiuti. Le somme confiscate provenivano da proventi ottenuti attraverso l’evasione di imposte.

L’attività prende spunto dagli approfondimenti avviati dall’Agenzia delle Entrate e proseguiti dai finanzieri di Caltanissetta, dai quali è emerso che l'imprenditore ha omesso di versare nelle casse dell’Erario l’IVA per gli anni 2016 e 2017, per un totale di 1,5 milioni di euro. Dal medesimo procedimento penale, coordinato dalla Procura di Caltanissetta, era poi emersa l’esistenza di alcune condotte di bancarotta fraudolenta realizzate tramite la costituzione di una nuova società in sostituzione di quella originaria utilizzata per vanificare le pretese dei creditori pubblici e privati.

Il provvedimento di confisca, emesso dal Tribunale nisseno su istanza della Procura, dà seguito al sequestro preventivo già eseguito nel 2020. L’imprenditore, che si è avvalso del rito abbreviato, è stato condannato alla pena di 3 mesi e dieci giorni di reclusione, oltre all’interdizione per 6 mesi dall’esercizio di attività di impresa ed al pagamento delle spese processuali.



Questo è un articolo pubblicato il 06-02-2024 alle 12:08 sul giornale del 07 febbraio 2024 - 66 letture






qrcode