SEI IN > VIVERE SICILIA > ATTUALITA'
lancio di agenzia

Migranti, sindaco Pozzallo: "Navi in città centrosinistra? Furbizia ma non scelta politica"

2' di lettura
30

(Adnkronos) - Definisce "atti di furbizia" quelli messi in campo dal governo Meloni nei confronti delle Ong, ma Roberto Ammatuna, sindaco di Pozzallo, si "rifiuta di credere che un ministro, un alto funzionario dello Stato, qual è Piantedosi, possa assegnare come porti di sbarco quelli delle città governate dal centrosinistra per una scelta politica".

"Se così fosse - sottolinea - sarebbe di una gravità inaudita". "Conosco Piantedosi - dice all'Adnkronos il sindaco della cittadina del Ragusano da sempre in prima linea nell'accoglienza ai migranti - e mi rifiuto di credere che sia una scelta politica. Sta sbagliando, ma non credo che ci sia la volontà di mettere in difficoltà i Comuni governati dal centrosinistra quanto piuttosto quella di depotenziare le Ong. Quando le sposti in porti così lontani, per arrivare nei quali servono giorni e giorni di navigazione, è chiaro che non vuoi che agiscano. E questo è grave".

Raggiungere porti lontani dai luoghi di salvataggio, significa lasciare per settimane il Mediterraneo scoperto. Un mare che, in questo momento, "è un allarme continuo" e in cui "non solo sono assenti le istituzioni, l'Europa, ma si impedisce anche alle Ong di salvare vite umane". Per il sindaco di Pozzallo, quelli messi in campo dal governo Meloni sono "atti di furbizia" e, "quando nelle prossime settimane le Ong si muoveranno con i loro legali, dimostreranno che il governo italiano ha avuto torto". Il Viminale sostiene che i centri di accoglienza delle città del Sud - quelle più vicine ai luoghi di soccorso - sono già stracolmi ed è anche per questo che le navi Ong vengono dirottate in porti più lontani. "Le scuse per raggiungere gli obiettivi possono essere tante - sottolinea Ammatuna - ma man mano che andranno avanti toccheranno con mano quanto queste politiche siano sbagliate. Adesso loro (il governo ndr) grideranno alla vittoria ma se gli sbarchi diminuiranno sarà solo perché saranno peggiorate le condizioni del mare".

I numeri del resto hanno "clamorosamente smentito il governo Meloni. A Pozzallo - ricorda il sindaco - negli ultimi due mesi non è arrivata una sola nave Ong eppure gli sbarchi sono aumentati". E un rimpianto va anche alla ministra Lamorgese. "E' stata tanto criticata - dice Ammatuna - eppure con lei tutto funzionava meglio. I migranti scendevano dalle navi, andavano negli hotspot e dopo qualche giorno venivano spostati in altri Comuni, con un turn over molto più rapido che consentiva di non sovraccaricare le strutture. Adesso restano per settimane, vagano per le città e in alcuni casi fuggono dai centri. Altro che decreto sicurezza... Il risultato raggiunto è solo una politica più disumana e meno sicurezza".



Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 09-01-2023 alle 12:32 sul giornale del 10 gennaio 2023 - 30 letture






qrcode