Mafia, a Siracusa sequestro di beni da un milione di euro ad un ristoratore

1' di lettura 04/01/2023 - La guardia di finanza di Siracusa ha sequestrato beni per oltre un milione di euro ad un ristoratore, Gaetano Maieli, considerato come appartenente alla famiglia mafiosa dei Bottaro Attanasio

La Guardia di Finanza di Siracusa ha eseguito qualche giorno fa una misura di prevenzione patrimoniale antimafia sottoponendo a sequestro il patrimonio nella disponibilità di Gaetano Maieli, soggetto appartenente a un’organizzazione criminale aretusea storicamente legata alla nota famiglia mafiosa dei Bottaro-Attanasio, per un valore complessivo di oltre 1 milione di euro. La misura è stata disposta dal Tribunale di Catania - Sezione Misure di Prevenzione su richiesta della procura al termine di indagini di polizia giudiziaria svolte dalle Fiamme Gialle anche sotto il profilo economico-finanziario.

Le investigazioni patrimoniali svolte dai Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico- Finanziaria di Siracusa hanno consentito di raccogliere elementi comprovanti il fraudolento agire dell'uomo che, mediante il reimpiego di proventi illeciti derivanti dallo spaccio di sostanze stupefacenti, ha costituito e avviato una nota attività commerciale nel capoluogo operante nel settore della ristorazione in una zona a forte vocazione turistica. Al fine di dissimulare la reale proprietà dell’impresa, Maieli ha affidato solo formalmente la gestione dell’attività alla compagna e a un altro soggetto incensurato, il quale ha ricoperto il ruolo di mero prestanome. Il reimpiego di proventi illeciti si è concretizzato anche nell’acquisto di un appartamento a Siracusa di circa 6 vani ove risiede la famiglia del soggetto nei cui confronti è stata applicata la misura di prevenzione antimafia.






Questo è un articolo pubblicato il 04-01-2023 alle 16:45 sul giornale del 05 gennaio 2023 - 42 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dLzP





logoEV
qrcode