La guardia di finanza sequestra due preziose teste di terracotta di origine greca

1' di lettura 18/11/2022 - Denunciati due siracusani

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania hanno fermato a Belpasso, presso un’area di servizio lungo la statale 121, due soggetti siracusani con a bordo dell’autovettura due pregevoli teste in terracotta di origine ellenica, presumibile frutto di scavi archeologici clandestini. I “baschi verdi”, insospettiti dalle manovre del conducente, hanno proceduto all’ispezione del mezzo rinvenendo nel portabagagli un sacchetto di plastica al cui interno, avvolte da carta e vecchi indumenti, vi erano due teste in terracotta raffiguranti il volto di un uomo e di una donna, la cui foggia richiamava antiche sculture greche. Nell’immediatezza del rinvenimento, le persone controllate hanno tentato di giustificarne il possesso affermando che si trattava di prodotti artigianali da loro realizzati, salvo poi non essere in grado di fornire dettagli in merito ai materiali e alle procedure utilizzate per la realizzazione dei manufatti.

Esami della Soprintendenza e dell'università di Catania hanno confermato l'originalità delle opere, ritenute pezzi unici nel panorama noto della storia antica, con un'altissima qualità estetica ed esecutiva, risalenti al 450-480 avanti Cristo. Secondo gli archeologi della soprintendenza sono parti superstiti di due tegole a sezione triangolare chiuse da maschere antropomorfe, di dimensioni naturali, raffiguranti i giovani volti di un uomo e di una donna. I manufatti, in eccellente stato di conservazione e restaurati con una certa perizia, costituivano la decorazione delle falde di copertura di un piccolo tempio o un edificio funerario, stilisticamente confrontabili con le sculture frontonali del Tempio di Zeus a Olimpia, massima espressione dello stile Severo dell'arte greca.

I due siracusani sono stati quindi denunciati per illecito possesso di beni di valore storico-archeologico e per ricettazione.






Questo è un articolo pubblicato il 18-11-2022 alle 13:31 sul giornale del 19 novembre 2022 - 14 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dDvw





logoEV