Mafia, blitz contro il clan Santapaola-Ercolano, 56 misure cautelari

1' di lettura 16/06/2022 - Sequestrate società per un valore di oltre 10 milioni di euro

Maxi operazione antimafia tra le province di Catania e Siracusa. I carabinieri del Ros e del comando provinciale di Siracusa hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 56 indagati (42 finiti in carcere) ritenuti affiliati o contigui alle famiglie mafiose Santapaola-Ercolano, di Caltagirone e Ramacca e al clan Nardo di Lentini. Il provvedimento è stato eseguito da oltre 400 militari tra Catania, Ramacca, Vizzini, Caltagirone, San Michele di Ganzaria, Lentini, Carlentini e Francofonte.

Gli indagati sono accusati a vario titolo di associazione mafiosa, traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione pluriaggravata, illecita concorrenza, turbata libertà degli incanti e trasferimento fraudolento di beni, tutti reati aggravati dal metodo mafioso. Contestualmente, è stato eseguito il sequestro preventivo di beni, per un valore di 10 milioni di euro, per nove società attive nei settori dell'edilizia, della logistica e dei servizi cimiteriali. Nel corso dell'operazione sono stati sequestrati anche 108 kg di marijuana, 57 kg di hashish e 2,6 kg di cocaina.

Al centro dell'inchiesta, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Catania, il tentativo di riorganizzazione interprovinciale di Cosa nostra dopo l'inchiesta 'Chaos' del 2016 e i nuovi rapporti di forza e gli equilibri tra i vari clan dell'area. Alle indagini hanno contribuito le dichiarazioni di 16 collaboratori di giustizia, che hanno identificato i nomi di maggiore peso dell'organizzazione, ricostruendo anche la struttura e le relazioni dei Santapaola-Ercolano e delle altre famiglie mafiose coinvolte.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram di VivereSicilia
Per iscriversi gratuitamente al canale Telegram clicca qui o cerca @viveresicilia





Questo è un articolo pubblicato il 16-06-2022 alle 11:52 sul giornale del 17 giugno 2022 - 120 letture

In questo articolo si parla di cronaca, mafia, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dbtF





logoEV