SEI IN > VIVERE SICILIA > CRONACA
articolo

Assalti ai bancomat con gli escavatori, 18 arresti

2' di lettura
159

La polizia ha eseguito all'alba di giovedì una vasta operazione tra le province di Trapani e Catania contro alcune bande criminali specializzate nei furti ai bancomat mediante l'uso di escavatori.

Oltre un centinaio di poliziotti della squadre mobili di Trapani e Catania e del Commissariato di Marsala hanno dato esecuzione a 18 provvedimenti cautelari emessi dalla procura di Marsala contro altrettanti indagati, accusati a vario titolo di associazione a delinquere, furto, danneggiamento aggravato e simulazione di reato. Eseguite anche una serie di perquisizioni.

Le persone denunciate sono in tutto 22: sono appartenenti a tre gruppi criminali ben organizzati e tra loro collegati, specializzati nel furto delle postazioni Atm con l’utilizzo di escavatori rubati. Uno operava a Marsala, una a Trapani, l'altra a Catania. Cinque gli assalti di cui sono accusati, tutti compiuti con lo stesso modus operandi.

Le indagini avevano preso avvio dall'assalto dello sportello della Banca Intesa di Marsala nel luglio del 2019. Sono seguiti altri due colpi, sempre a Marsala, alla banca Toniolo e alla filiale delle Poste, e uno ai danni del Credito Valtellinese di contrada Xitta, a Trapani. L'ultimo, nel febbraio 2020, quello tentato all’Atm del Credito Siciliano di Trecastagni, nel Catanese. Il bottino complessivo ammonta a circa 225 mila euro, di cui 74 mila circa sono stati recuperati durante le indagini.

Dalle indagini è emerso che la banda catanese, composta da elementi di provata abilità, agiva con procedure di approccio di tipo militare, mettendo a disposizione la propria esperienza agli altri due gruppi, composti da pregiudicati marsalesi e trapanesi, che fornivano assistenza logistica e supporto operativo.

___________________________________________
È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram, cliccando nei link della tabella sotto e iscrivendosi GRATUITAMENTE.
Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook e Twitter, per trovarli basta cliccare nei link della tabella sotto.

Città Telegram Social
Agrigento @vivereagrigento FB
Caltanissetta @viverecaltanissetta FB - Twitter
Catania @viverecatania FB - Twitter
Enna @vivereenna FB - Twitter
Messina @viveremessina FB - Twitter
Palermo @viverepalermo FB - Twitter
Ragusa @vivereragusa FB - Twitter
Siracusa @viveresiracusa FB - Twitter
Trapani @viveretrapani FB


Questo è un articolo pubblicato il 27-05-2021 alle 12:14 sul giornale del 28 maggio 2021 - 159 letture