Catania: frode nel settore carburanti, 18 denunciati

1' di lettura 28/04/2021 - Oltre 100 mila litri di carburante, due depositi clandestini, cinque autocisterne e un autocarro sono stati sequestrati dalla guardia di Finanza di Catania durante una vasta operazione di contrasto delle frodi nel settore petrolifero. Diciotto le persone denunciate.

I controlli, condotti tra febbraio e aprile con il supporto della direzione regionale dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno riguardato l'intera filiera del trasporto, deposito e commercializzazione dei prodotti petroliferi. In diverse circostanze i militari hanno accertato che il carburante agricolo era in realtà destinato a tir e mezzi commerciali.

Sono state individuate anche due aree adibite a depositi clandestini di carburante a Catania e Giarre nelle quali sono state sequestrate quattro cisterne e due serbatoi metallici con il gruppo erogatore e l'apparato conta litri.

Durante i controlli le Fiamme gialle hanno constatato come in cinque casi il carburante era stato ottenuto miscelando olii di bassa qualità e che una volta messo in commercio nei distributori stradali e destinato al rifornimento, avrebbe potuto arrecare gravi danni alle autovetture.

___________________________________________
È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram, cliccando nei link della tabella sotto e iscrivendosi GRATUITAMENTE.
Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook e Twitter, per trovarli basta cliccare nei link della tabella sotto.

Città Telegram Social
Agrigento @vivereagrigento FB
Caltanissetta @viverecaltanissetta FB - Twitter
Catania @viverecatania FB - Twitter
Enna @vivereenna FB - Twitter
Messina @viveremessina FB - Twitter
Palermo @viverepalermo FB - Twitter
Ragusa @vivereragusa FB - Twitter
Siracusa @viveresiracusa FB - Twitter
Trapani @viveretrapani FB





Questo è un articolo pubblicato il 28-04-2021 alle 12:49 sul giornale del 29 aprile 2021 - 123 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, guardia di finanza, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bZRH