Mafia, orologi di lusso e riciclaggio: 12 arresti

2' di lettura 09/03/2021 - Affari con gioiellerie e compro-oro a Milano, Roma, Palermo e Londra: così la mafia reinveste nel mercato nero degli orologi di lusso.

È quanto ha scoperto la guardia di finanza in una inchiesta che ha portato all'arresto di 12 persone e al sequestro di beni per 2,6 milioni di euro. Il Nucleo speciale di polizia valutaria della guardia di finanza ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 15 persone emessa dal gip di Palermo su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia.

Uno degli indagati è finito in carcere, 11 agli arresti domiciliari, ad altri 3 è stato notificato il divieto di espatrio e l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di favoreggiamento personale, riciclaggio e autoriciclaggio, con l'aggravante del reato transnazionale e di aver favorito Cosa Nostra.

È stato inoltre effettuato il sequestro del patrimonio e del complesso aziendale di una gioielleria di Milano e un compro-oro di Palermo, oltre ad una serie di rapporti finanziari, per un totale di 2,6 milioni di euro.

Secondo gli investigatori, gli indagati avrebbero reinvestito i proventi frutto delle attività criminali del territorio palermitano nel business del mercato nero degli orologi di lusso, realizzando operazioni finanziarie attraverso una fitta rete di relazioni d’affari con operatori del settore compiacenti, anche all'estero, a Londra, Milano, Roma e Palermo.

L'inchiesta, a cui ha contribuito il nuovo collaboratore di giustizia Gaetano Fontana, è la prosecuzione di una operazione del maggio scorso che colpì duramente il clan Fontana e che portò a 90 arresti in tutta Italia.

___________________________________________
È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram, cliccando nei link della tabella sotto e iscrivendosi GRATUITAMENTE.
Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook e Twitter, per trovarli basta cliccare nei link della tabella sotto.

Città Telegram Social
Agrigento @vivereagrigento FB
Caltanissetta @viverecaltanissetta FB - Twitter
Catania @viverecatania FB - Twitter
Enna @vivereenna FB - Twitter
Messina @viveremessina FB - Twitter
Palermo @viverepalermo FB - Twitter
Ragusa @vivereragusa FB - Twitter
Siracusa @viveresiracusa FB - Twitter
Trapani @viveretrapani FB





Questo è un articolo pubblicato il 09-03-2021 alle 12:13 sul giornale del 10 marzo 2021 - 133 letture

In questo articolo si parla di cronaca, guardia di finanza, mafia, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bRJ7