Vittoria, lite stradale degenera in tentato omicidio: 5 fermi

1' di lettura 02/12/2021 - La polizia ha fatto luce su un tentato omicidio del 23 novembre a Vittoria, quando vennero esplosi alcuni colpi di arma da fuoco contro la porta d'ingresso di una abitazione alla periferia della cittadina ragusana.

Alla base dell'episodio, secondo gli investigatori che hanno fermato cinque persone, ci sarebbe un diverbio per una mancata precedenza stradale: la Procura di Ragusa, che ha emesso i provvedimenti, accusa i cinque di tentato omicidio, detenzion e porto abusivo di armi in luogo pubblico. I cinque quella sera, tutti a bordo di un'unica auto, stavano per investire un pedone: ne nacque un diverbio e, scesi dall'auto, iniziarono a inseguire il malcapitato armati di machete. La vittima, fuggita verso la propria abitazione, chiese aiuto al padre riuscendo a sfuggire ai cinque entrando dentro casa. Trascorsi dieci minuti, da un'auto che si era fermata davanti all'abitazione furono esplosi tre colpi di arma da fuoco ad altezza d'uomo che, colpendo alcuni vetri, sono entrati sin dentro l'appartamento. Per gli investigatori non c'è dubbio: i cinque avevano il "chiaro intento" di uccidere e non soltanto di minacciare l'uomo e l'esplosione dei tre colpi è stata fatta "nella piena consapevolezza" della presenza di persone all'interno dell'abitazione che avrebbero potuto subire ferite mortali. I cinque si trovano ora in carcere.






Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 02-12-2021 alle 18:43 sul giornale del 03 dicembre 2021 - 113 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vittoria, agenzia dire





logoEV