Caronia, trovati resti di ossa: "Al 99% sono di Gioele"

1' di lettura 19/08/2020 - Potrebbe essersi conclusa la ricerca del piccolo Gioele, il bimbo di 4 anni scomparso due settimane fa nei pressi di Caronia insieme alla madre Viviana Parisi, 43 anni, poi trovata morta.

Dei resti ossei e una magliettina sono stati ritrovati mercoledì mattina a circa 200 metri dall'autostrada Messina-Palermo, dal punto in cui Viviana Parisi aveva abbandonato l'auto dopo l'incidente. Secondo gli uomini che coordinano le ricerche sarebbero "al 99 per cento" del bimbo scomparso. Si dovrà però attendere l'esame del dna per avere la conferma definitiva che i resti appartengono a Gioele Mondelllo.

I resti sono stati trovati in una fitta radura tra la boscaglia, coperta di arbusti e rovi, a circa 700 metri di distanza dal traliccio ai piedi del quale è stato scoperto il cadavere di Viviana Parisi. Sarebbero stati straziati da alcuni animali selvatici.

"Abbiamo trovato dei resti umani che sono compatibili con quelli di un bambino dell'età di Gioele", ha detto il procuratore di Patti Angelo Cavallo.

A scoprire le tracce è stato uno dei volontari, un carabiniere in congedo, che da giorni affiancano nelle ricerche vigili del fuoco, polziotti e finanzieri. Daniele Mondello, il padre del bimbo, sul posto assieme alla sorella e al padre, non è stato fatto avvicinare al luogo del ritrovamento.

Invia i tuoi comunicati stampa a sicilia@vivere.news

I quotidiani Vivere sono anche su Facebook:

Sicilia

Agrigento

Caltanissetta

Catania

Enna

Messina

Palermo

Ragusa

Siracusa

Trapani






Questo è un articolo pubblicato il 19-08-2020 alle 17:22 sul giornale del 20 agosto 2020 - 163 letture

In questo articolo si parla di cronaca, marco vitaloni, articolo, Gioele, viviana parisi, caronia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/btJU